Bardonecchia Gite

 

Monte Vettore (2476 m )

Partenza
altri (1775 m)

Durata
02:30:00

Dislivello
942

Ultima ripetizione: 09/09/2006

 

ℓuna gita nel parco dei Sibillini

Dal parcheggio seguire il sentiero che sale verso la Sella delle Ciaule, in modo continuo e ripido, con fondo pietroso.
Nella prima parte il sentiero costeggia il versante occidentale del massiccio, con un'ottima vista del piano di Castelluccio, quindi dopo circa 50 minuti scavalla la cresta che divide lo spartiacque Tirreno-Adriatico, andando in direzione di quest'ultimo. Con una salita pressochč continua si raggiunge la Sella delle Ciaule ed il rifugio-bivacco Zilioli. (50 minuti, totale 1H45)
La Sella č un ampio avvallamento alla testata della valle di Foce, e separa il Monte Vettore, a est, dalla Cima del Lago, a ovest.

Dalla sella prendere il sentiero a destra, che dopo un tratto iniziale pianeggiante riprende a salire prima con un lungo traverso in direzione della vetta, quindi, nel tratto pių ripido, con alcuni tornanti fino a raggiungere la cresta sommintale nei pressi di una croce: seguire la cresta sulla sinistra fino a giungere sulla vetta, segnalata da un'altra corece e da un tumulo di pietre (5 minuti, totale 2H30).

Dalla vetta il panorama si estende su totto il vallone di Foce a nord (per vedere il lago di Pilato č necessario iniziare la discesa lungo la cresta)e ai Monti della Laga a sud.
Nelle giornate particolarmente limpide si possono osservare la Maiella, il Gran Sasso, il Terminillo, il Monte Cucco ed il Monte Amiata.

Dal parcheggio seguire il sentiero che sale verso la Sella delle Ciaule, in modo continuo e ripido, con fondo pietroso.
Nella prima parte il sentiero costeggia il versante occidentale del massiccio, con un'ottima vista del piano di Castelluccio, quindi dopo circa 50 minuti scavalla la cresta che divide lo spartiacque Tirreno-Adriatico, andando in direzione di quest'ultimo. Con una salita pressochč continua si raggiunge la Sella delle Ciaule ed il rifugio-bivacco Zilioli. (50 minuti, totale 1H45)
La Sella č un ampio avvallamento alla testata della valle di Foce, e separa il Monte Vettore, a est, dalla Cima del Lago, a ovest.

Dalla sella prendere il sentiero a destra, che dopo un tratto iniziale pianeggiante riprende a salire prima con un lungo traverso in direzione della vetta, quindi, nel tratto pių ripido, con alcuni tornanti fino a raggiungere la cresta sommintale nei pressi di una croce: seguire la cresta sulla sinistra fino a giungere sulla vetta, segnalata da un'altra corece e da un tumulo di pietre (5 minuti, totale 2H30).

Dalla vetta il panorama si estende su totto il vallone di Foce a nord (per vedere il lago di Pilato č necessario iniziare la discesa lungo la cresta)e ai Monti della Laga a sud.
Nelle giornate particolarmente limpide si possono osservare la Maiella, il Gran Sasso, il Terminillo, il Monte Cucco ed il Monte Amiata.