Bardonecchia Gite

 

Colle Peyron (2851 m )

Partenza
Rifugi Valle Stretta (1765 m)

Durata
04:30:00

Dislivello
1076

Vedi il percorso GPS della gita con Google Earth™

Ultima ripetizione: 20/08/2009

 

Dai rifugi seguire la strada che passa attraverso l'abitato della Valle Stretta e della grange Serre d'Aval e d'Amont, interessati da un programma di ristrutturazione, per arrivare in una ventina di minuta alla vecchio rifugio di valle Stretta, ora abitazione privata, dove si incontra la vecchia strada carrozzabile (ora chiusa al traffico) che sale dai rifugi. Continuando sulla strada dopo una decina di minuti si lascia sulla destra il bivio che porta al lago Verde e si segue la strada fino al pianoro della Fonderia (1911 m, 45 min.dai rifugi).

Evitare il bivio a sinistra per il Tabor e proseguire verso la cascata, attraversando il torrente sul ponte della Fonderia, e seguire il sentiero che con pochi tornanti su fondo ghiaioso sale il primo risalto del vallone delle Tavernette.
A questo punto il sentiero si snoda in un vallone pianeggiante con rade foreste di larici, inizialmente in piano e, dopo avere attraversato due volte un ruscello, riprende a salire zigzagando per arrivare ad un secondo risalto (2140 m, 30 min.).

Dal secondo risalto il sentiero si snoda lungo un falsopiano, fiancheggiato a destra la costiera dei Re Magi ed a sinistra dai contrafforti dei Serous, fino a scendere leggermente su un vasto pianoro, dove si dipartono le valli che conducono prima al Lago Peyron e quindi al Colle Peyron, sulla sinistra e al colle di Valle Stretta, sulla destra (2210m, 30 min.).

Seguire il sentiero a sinistra, che risale lungo il torrente emissarrio del lago Peyron fino a raggiungere il lago stesso, posto in una conca imediatamente sotto ai risalti rocciosi che scendono dai Serous (45 minuti, 2H45 dalla partenza).

Dal lago ridiscendere nel pianoro, e percorrerlo in tutta la sua lunghezza; quindi seguire il fondo del vallone, per tracce di sentiero (omini).
Quando il vallone incomincia a restringersi portarsi - sempre seguendo gli omini - sul lao destro, erboso, e risalire direttamente il pendio, fino a raggiungere la quota del colle, quindi puntare direttamente al colle con un traverso (ore 1H45 dal lago, 4H30 totali)